Con e-commerce si intende l’attività del commercio elettronico, la compravendita di beni e/o servizi attraverso piattaforme online.
Ad oggi, il numero di imprenditori e realtà aziendali che si rivolgono al commercio elettronico è in continua crescita. Alcuni fra questi preferiscono integrare una piattaforma di e-commerce alla vendita “fisica” dei propri prodotti/servizi, altri invece decidono di puntare esclusivamente sulla vendita tramite il Web.

Si è registrato un incremento del 16% in un anno del valore totale del mercato e-commerce, trainato come sempre dal settore Moda e Fashion.
A livello globale aumenta dell’8% anche il numero di persone che utilizzano piattaforme e-commerce per l’acquisto di prodotti (fashion, food, giocattoli ed elettronica in testa): ormai quasi 1,8 miliardi di utenti comprano online.

Strategie

Nel mondo del commercio elettronico l’azienda possiede una doppia scelta: può optare per l’apertura di un proprio e-commerce, gestito e strutturato a proprio piacimento, secondo le proprie necessità; oppure affidarsi ai grandi marketplace, inserendo i propri prodotti in piattaforme già strutturate e organizzate secondo determinati criteri.

Se si sceglie la prima opzione bisogna tenere in considerazione che non basta progettare e costruire una piattaforma, inserire i prodotti, decidere i diversi prezzi e mandarla online: un e-commerce non rappresenta un semplice sito, ma una vera e propria azienda, dunque va gestita come tale.

Per prima cosa dobbiamo definire il nostro target di riferimento: esso rappresenta il segmento di mercato al quale vogliamo rivolgerci. È infatti fondamentale conoscere il nostri potenziali clienti, le loro caratteristiche, preferenze e abitudini così da adattare la nostra offerta sulla base di queste informazioni.

Una volta stabilito il nostro target si deve effettuare una più ampia analisi di mercato, definendo i nostri obbiettivi e studiando i vari competitors così da imparare da essi, superarli e distinguersi.

È necessario, per incrementare il proprio business, conoscere le diverse modalità di decisione che i consumatori seguono durante i loro acquisti online.
Prima di tutto l’utente si informa sul prodotto e sulle sue possibili varianti, consulta e compara le diverse recensioni, confronta i prezzi alla ricerca di quelli più vantaggiosi e infine sceglie quale prodotto acquistare e attraverso quale piattaforma.

Un fattore determinante nella scelta del consumatore risiede nella semplicità del processo di acquisto offerto dalla piattaforma, capace di trasformare un semplice visitatore interessato in un potenziale cliente.
È importante progettare al meglio la struttura organizzativa del sito e-commerce, così che l’utente possa navigare facilmente e in modo chiaro, riuscendo a trovare rapidamente ciò che sta cercando.

Non sottovalutate gli aspetti logistici: pensare e organizzare correttamente le modalità di spedizione, di pagamento e l’organizzazione del magazzino permette di offrire ai potenziali clienti un’offerta ben pensata e su misura.

Essenziale è studiare a fondo il prodotto/servizio che si vuole vendere: si deve scegliere attentamente il prezzo (prendendo in considerazione anche la concorrenza), capire come proporlo efficacemente al consumatore, i vantaggi e le qualità che si vogliono esaltare e, soprattutto, bisogna essere in grado di convincere gli utenti del perché devono scegliere proprio il nostro prodotto e non quello degli altri.

Entra qui in gioco, dunque, un discorso di marketing che comprende un’attività di advertising online: ormai i social network rappresentano la modalità più diffusa attraverso la quale i consumatori possono entrare in contatto con le varie proposte e offerte, è quindi fondamentale sfruttarli al massimo (attraverso banner pubblicitari, post, profili social) per sponsorizzare i propri prodotti.
I social network permettono inoltre di creare una customer care: sono il mezzo più efficace per fidelizzare la clientela e instaurare un rapporto diretto con essa.

Non tralasciamo poi l’importanza dell’utilizzo di strumenti di advertising come AdWords e Facebook Ads che permettono la creazione di campagne pubblicitarie utili per sponsorizzare i nostri prodotti/servizi, andando a colpire proprio il segmento di mercato da noi scelto.

Un e-commerce rappresenta un’opportunità di crescita e sviluppo non solo per l’azienda, ma anche per l’utente finale.

Vantaggi per l’azienda

  • Costi di gestione minori rispetto a quelli sostenuti per un negozio fisico.
  • Investimenti tecnici e tecnologici a lungo termine: software e soluzioni IT possono comportare costi molto alti durante una prima fase di lancio, ma con il tempo si riveleranno degli investimenti vantaggiosi in quanto strumenti sempre e facilmente aggiornabili che acquisiscono valore anche con l’esperienza di chi li utilizza.
  • Chiunque acceda al Web può diventare un nostro potenziale cliente.
  • Non è necessario disporre di un magazzino: il sito e-commerce ha la possibilità di stringere accordi direttamente con i fornitori così che si occupino loro dello stoccaggio e della spedizione della merce al consumatore.
  • La vendita può avvenire in qualsiasi momento del giorno, ogni giorno e in qualsiasi parte del mondo.

Vantaggi per il cliente

  • Prezzi competitivi: sul Web solitamente è possibile trovare la merce a prezzi più competitivi rispetto alla vendita retail e, inoltre, si può paragonare il prodotto desiderato sulle varie piattaforme di e-commerce.
  • Maggiore disponibilità e reperibilità: in un sito e-commerce il cliente ha più possibilità di acquistare della merce che non riesce invece a trovare in un negozio fisico.
  • Acquisto in ogni momento e su qualunque dispositivo: gli utenti possono effettuare acquisti mentre sono fuori casa, al lavoro, sui mezzi pubblici e attraverso un computer, uno smartphone o un tablet.
  • Metodi di pagamento differenti: è possibile scegliere tra bonifico, pagamento con carta di credito, contrassegno o conto PayPal e inoltre decidere il luogo più comodo per il ricevimento della merce.
  • Recensioni: prima dell’acquisto si possono paragonare i diversi feedback che il prodotto ha ricevuto dai suoi acquirenti e, sulla base di queste informazioni, prendere una decisione.