Le web agency locali e nazionali ti propinano (insieme a noi) ogni giorno delle immagini fantastiche, dei siti web vetrina di celebrità e dei social media pieni di strategie di ogni tipo.

Ma come si fa a capire davvero quando tutto questo ha senso?

Partiamo dal capire quanto costa creare un sito web efficace e come fare per raggiungere l’obiettivo.

Fai da Te

Il Mondo del web si evolve ogni giorno per soddisfare i bisogni dei suoi utenti.

E, nel corso degli anni, è emerso sempre più di frequente il problema dei siti troppo costosi o limitanti in termini di personalizzazione.

Per questo motivo sono nate diverse piattaforme di creazione siti web che permettono di abbassare notevolmente i costi.

Alcuni esempi possono essere Squarespace, Wix, Weebly e Webflow.

Il costo medio di questi strumenti si aggira intorno ai 20€/mese per avere il proprio dominio (nome del sito) e hosting (spazio web).

Tuttavia, nessuno degli strumenti preconfezionati permette la libertà e la personalizzazione di un CMS.

Un CMS, content management system, è un software (spesso open source) che consente di creare facilmente tutto ciò che riguarda la gestione di contenuti.

Detto così sembra limitativo, ma in realtà ogni pagina internet in se è un “raccoglitore” di contenuti.

Come funziona un CMS

Un CMS è basato sull’idea di categorizzare i contenuti. Per cui, le pagine funzionano in un certo modo, gli articoli in un altro e tutto deve avere una sua logica.

Per cui, in passato, I CMS venivano usati solo per creare blog.

Visto che la creazione di contenuti su queste piattaforma è dinamica, e quindi si può aggiornare facilmente, il blog era la tipologia di contenuto più adatta a sfruttarli.

Tuttavia, nel corso del tempo i CMS si sono evoluti e sono diventati uno strumento fondamentale sia per i “fai da te” che per i freelancer e, recentemente, anche per le web agency.

I CMS più famosi al Mondo sono 4: WordPress, Joomla, Drupal e Typo3.

Ognuno di questi CMS ha clienti di fama Mondiale (WordPress ha il New York Times e la casa bianca; Drupal ha Harvard, ecc) ed è costantemente monitorato, aggiornato e migliorato.

I CMS di per sé sono ottimi, ma hanno un enorme problema: sembrano facili.

Prova a cercare “Crea il tuo sito web in 60 minuti con WordPress” e vedrai una miriade di risultati inutili.

Questo perché, per chi per professione crea blog/siti web o ecommerce, 60 minuti sono sufficienti a creare un MVP (minimum viable product) fittizio solo per fare record.
Tuttavia, per te che sei un principiante se stai leggendo questo articolo, 60 minuti non saranno mai sufficienti per avere un sito funzionante.

E dopo che ti avevano promesso il tutto in piedi in un’ora potresti rimanere deluso, dato che la tua creatura non avrà preso forma come desideravi.

La verità è che molto spesso l’apparenza inganna.

Appoggiarsi a un freelancer

Il secondo metodo più utilizzato dagli imprenditori per avere un sito web, è utilizzare i freelancer.

I freelancer sono lavoratori a progetto, ovvero persone che non vengono direttamente assunte da un’azienda ma lavorano ai progetti della stessa per un breve, medio o lungo periodo.

Per fare un esempio, Luca (imprenditore) potrebbe decidere di postare su un portale di freelancers il seguente annuncio:

Cerco web designer per creazione sito web con 5-6 pagine statiche e un form di contatto

E Andrea (freelancer, web designer) potrebbe contattare Luca scrivendo:

Ciao Luca. Sono un Web designer e posso realizzare il tuo progetto. Sentiamoci bene per telefono per un preventivo gratuito.

Mettiamo caso che Luca accetti il preventivo di Andrea al telefono.

Luca pagherà solo all’effettiva consegna del lavoro da parte di Andrea, e questo gli porterà diversi vantaggi:

  • Se Andrea fallirà nel suo impegno, Luca non pagherà nulla;
  • Non dovrà assumere nessun dipendente;
  • Il freelancer lavorerà in remoto, senza avere un costo a livello “fisico”.

Tuttavia, questa scelta ha anche dei risvolti negativi. Sicuramente ne parleremo più approfonditamente nei prossimi articoli, ma per concludere rapidamente la questione:

  • Le web agency sono quasi sempre fatte da ex-freelancer… ci sarà un motivo!
  • I freelancer hanno una competenza specifica e un campo di competenze generiche espanso, ma non possono dedicarti davvero il loro tempo per le troppe richieste
  • I freelancer non prendono in carico il tuo sito come una creatura in divenire, ma come un progetto a se stante che una volta concluso non dovrà più riguardarli

Il terzo modo è il più comune di tutti

Impiegare una Web Agency

Le Web Agency sono gruppi di professionisti del settore digital che possono curare tutti gli aspetti digitali di un’azienda.

In Web agency ci sono designers, illustratori, programmatori, social media managers, marketers, commerciali e chi più ne ha più ne metta.

Questo consente alla web agency di avere un ampio spettro di competenze al suo interno, e di suddividere il lavoro per cliente.

Inoltre permette di avere, al contrario dell’utilizzo di un freelancer, un gruppo di persone con competenze diverse che lavorano al tuo progetto.

Per fare un esempio, ipotizziamo che Luca (imprenditore di prima) voglia creare la sua nuova azienda.

“Dogtraininginitalia.it”. Compra il dominio.

Dopo di che si trova indeciso: freelancer o agenzia?

Sicuramente, nei casi in cui si tratti di un progetto nuovo o poco maturo, ci sentiamo di consigliare l’utilizzo di una web agency, anche se i costi sono maggiori.

E non solo perché noi siamo una web agency. So che lo stai pensando.

Ma lasciaci dimostrare in modo concreto il motivo di questa nostra risposta.

I 7 motivi per cui dovresti scegliere una web agency per il tuo progetto

  1. La tua richiesta passerà sotto l’occhio esperto di un account manager. Non sarai tu a contattare, in base alle tue conoscenze dell’argomento, lo specialista necessario. Sarà l’account manager, in base alle risorse in web agency, a suggerire un flusso di lavoro per consegnarti il progetto nel modo più veloce e preciso possibile;
  2. Il tuo progetto sarà nel portfolio della web agency e avrai sempre e comunque delle persone dedicate a supportarti. Questo elimina ogni problema relativo al “non riesco a sentire chi mi ha fatto il sito”, “ma come si aggiusta questo??”, “il blog non funziona più!!”, e molte altre fonti di stress dovute ai siti low-budget;
  3. Nessun tecnico si improvviserà designer e nessun designer si improvviserà tecnico;
  4. Avrai una strategia di web marketing dedicata. Il tuo sito può essere il più bello del Mondo, ma se dietro non ci sono delle attività di marketing programmate ed efficaci nessuno lo vedrà mai;
  5. Avrai una gestione dei social, dei contenuti e un vero e proprio “ufficio outbound” a gestire la tua presenza digitale. Non richiederà nessun impegno da parte tua;
  6. Le web agency accettano solo lavoratori creativi. Il tuo sito sarà sempre rilevante e fuori dagli schemi;
  7. Le web agency hanno più fondi dei freelancers, quindi hanno più soldi per comprare i tools necessari per svolgere il lavoro a dovere. Spesso i freelancers usano solo uno o due strumenti, dovuti alla mancanza di budget, mentre le web agency possiedono tutti gli strumenti necessari per ogni settore della creazione del tuo sito web.

Per questi motivi, ci sentiamo di dire che fra il fai di te, il freelancer e la web agency quest’ultima sia la soluzione più facile e indolore.

Tuttavia non abbiamo ancora risposto alla tua domanda, giusto?

Quanto costa creare un sito web (davvero) efficace?

Quanto costa creare qualcosa che abbia impatto, valore e rilevanza?

Come ogni cosa: dipende.

Dipende dalle tue esigenze di design, dalle tue esigenze a livello di codice, dal tuo punto di partenza e da una serie di variabili infinite.

Tuttavia, se non ti dessimo una risposta almeno parziale avremmo fatto solo clickbaiting, quindi ci proviamo!

I siti “statici”

Generalmente, i siti “statici”, ovvero i siti web con pagine solo statiche (no blog, no contenuti interattivi, no ecommerce, no membership), sono quelli più economici.

Questo perché non richiedono un alto livello di programmazione e sono un lavoro relativamente facile per i designers.

I siti “statici” possono costare anche solo poche migliaia di euro nei casi più semplici.

So che per te quel “solo” con vicino “poche migliaia” potrebbe sembrare tanto, ma tieni presente che la tua immagine aziendale sarà a posto sia a livello grafico che a livello tecnico per anni a venire.

Non solo è un investimento, ma è anche un investimento relativamente basso.

Ma a me serve un blog!

Ti capiamo. Pochissimi siti ormai vanno avanti senza una sezione blog o una sezione ricorrente nei contenuti come “news” o “eventi aziendali”.

Per questo motivo, tutte le web agency forniscono anche servizi aggiuntivi per creare blog, news feed e tracciare l’andamento con gli strumenti di analisi più avanzati del settore.

Tutto questo però ha chiaramente un costo e, in questo caso, potrebbe essere mensile.

Un sito dinamico (con blog) e basta potrebbe costare poco più dello statico, ma se questo ha poi bisogno di contenutistica (content marketing) e analisi (web analytics) si dovrebbe aggiungere un costo mensile, che dipenderà dal numero di articoli e dalla profondità di analisi.

E se ti serve un ecommerce…

Gli ecommerce e le web app sono le soluzioni più complesse da creare per chiunque.

Questo perché richiedono, nel caso dell’ecommerce, una gestione degli ordini, delle pagine prodotto, una gestione strutturale SEO tecnica e ON-PAGE, un supporto per le spedizione, integrazione dei metodi di pagamento e chi più ne ha più ne metta.

Per questo motivo, gli ecommerce sono nettamente più costosi dei siti di cui sopra.

Il costo di un ecommerce serio varia in base alla piattaforma utilizzata per crearlo.

Ne parleremo in un articolo dedicato, ma prendiamo in analisi tre esempi: Woocommerce, Shopify e Magento.

Woocommerce è un plugin per WordPress che non ha costi per la web agency, per cui creare un sito ecommerce con Woocommerce è la soluzione più economica e ci si può aggirare intorno a qualche migliaio di euro.

Shopify alza di poco il costo, essendo una piattaforma ad abbonamento mensile e riducendo la libertà di personalizzazione della web agency e dei designers in particolare.

Magento invece è una piattaforma estremamente complessa, che richiede server molto potenti per funzionare correttamente e un alto livello di programmazione e gestionale dietro.

Alcuni dei più grandi ecommerce al mondo utilizzano Magento, ma in questo caso si parla chiaramente di molto denaro solo per la gestione tecnica del sito.

Per le web app i costi dipendono talmente tanto dalle funzionalità che non ci sembra il caso di trattarle in questo articolo.

Per i costi, tieni ovviamente presente che assumere un freelancer costerà sempre meno di una web agency, per i motivi prima descritti, ma le fasce di prezzo saranno comunque queste tre.

Creare un sito costa tanto?

Siamo arrivati alle conclusioni.

Al nocciolo della questione.

In sostanza abbiamo risposto al “quanto costa creare un sito web” e, indirettamente, anche a quali sono le categorie di prezzo in base a cosa si sceglie per costruirlo.

Abbiamo capito che dipende da molte cose…

… ma abbiamo anche capito che non costerà pochissimo. Anche nel caso in cui il sito sia già esistente e richieda pochissimi fix.

Allora subito si pensa: ma costa tantissimo! Non posso permettermelo!

Saremo brutalmente onesti ora: non puoi permettertelo perché non hai soldi o perché stai buttando i tuoi soldi per stampare volantini, bigliettini da visita, affissioni in centro città e affiliandoti a infiniti circuiti commerciali per ottenere uno o due clienti in più?

Se non puoi permettertelo perché non hai soldi, ci dispiace molto e ci auguriamo che la tua situazione economica possa migliorare il prima possibile. Davvero.

Ma se non puoi permettertelo perché reputi migliori altre attività di marketing, ormai datate e non più efficienti, allora ci sentiamo di dirti che una rivalutazione potrebbe essere utile per te e per il tuo business.

Il Mondo digitale non è più “una possibilità”. Considerarlo è un dovere, morale e commerciale, per aumentare i clienti, le vendite e l’autorità della propria azienda.

Capiamo, però, che prendere una decisione così difficile come creare la propria visibilità online con una web agency sia complesso.

Per questo motivo, ti vogliamo offrire due possibilità.

Sentiamoci.

Accidenti, volendo potresti anche acquisire informazioni e andare da un’altra web agency o da un freelance!…

… ma dato che siamo sicuri delle nostre competenze non ce ne preoccupiamo.

Però te ne avevamo promesse due.

La seconda è semplicemente iscriverti alla nostra newsletter inserendo la tua email qui sotto.

Riceverai solo news e nuovi contenuti interessanti e diretti a TE. Non a un “business man” generico. Noi abbiamo in mente i nostri clienti e i loro bisogni, e cerchiamo sempre di mandare contenuti rilevanti e stimolanti per loro.

Dà vantaggi sia a noi che a loro, è il classico “win-win”.

Con questo, per oggi abbiamo finito.

Se ti piacciono i nostri articoli considera di mettere mi piace ai nostri social cliccando sulle rispettive icone e di condividere questo articolo con i tuoi amici.

Chissà che anche loro non si stessero ponendo la stessa domanda!

Alla prossima!