Negli ultimi anni, con l’esplosione del numero di Siti Web attivi online, più e più persone hanno iniziato a considerare l’idea di aprire un sito web o un blog per guadagnare online.

Tuttavia, aprire un sito web (per comodità continuerò a usare questo termine per riferirmi anche ai blog), non basta più.

Aprire un sito web significa…

Entrare in un mercato pieno di competitors.

Ci sono marketers che possiedono oltre 10.000 domini.

Una singola persona… con 10.000 domini.

Pensa che in totale, sul web, sono presenti oltre 1,140,501,379 di siti Web.

Quel dato aumenta di secondo in secondo e lo puoi controllare live su Internet Live Stats.

Ok, ora che hai superato il trauma…

1 miliardo di Siti Web sono proprio tanti. Passa proprio la voglia di creare il proprio, sapendo che se fai una statistica persona/sito viene fuori che:

1 persona su 7 ha un sito web.

Chiaramente è una media statistica su valori errati di proporzionalità, ma serve per dare un’idea del mercato.

Le tattiche standard sono la base, non il distinguo

La maggioranza dei blog online consiglia, come prima cosa, di aprire una mailing list. Tanto per fare un esempio di tattica standard.

Una mailing list è una lista di persone a cui puoi mandare email, come il nome suggerisce.

Le mail sono uno strumento vecchio ma, oggettivamente, sono lo strumento più diretto e 1-on-1 (ovvero diretto alla persona e non a un pubblico targhettizato) che possiamo avere.

Tuttavia, se hai una mailing list, non ti stai distinguendo.

Avere una mailing list significa fare un passaggio standard. Costruire le fondamenta.

Non andare in alto o creare un proprio brand digitale.

E’ importante capire la distinzione fra ciò che il tuo Sito Web deve avere e ciò che il tuo Sito Web ha che gli altri non hanno.

Non devi necessariamente innovare tutto, ma devi renderlo personale.

E divertente.

Dannazione, devi divertirti sul tuo Sito Web.

Per cui sbizzarrisciti e, dopo aver creato basi solide (hosting, dominio, piattaforma, ecc…), crea il tuo brand.

Fai qualcosa di tuo.

Rendi il tuo progetto… tuo.

Seguire la strada di chi ha fatto successo non è sbagliato.

Creare la tua mailing list ha senso.

Ma non con le stesse mail che le persone si vedono inviare da anni.

Rinnova, rendile tue… comunica con te stesso, non con gli script.

Infatti, il 67% delle mail…

E’ spam.

Sì, hai letto bene… spam.

Questo è uno screen preso da Internet Live Stats che mostra, in nero, le mail spam.

Come vedi, la percentuale si manifesta piuttosto chiaramente.

Non è da dimenticare il dato sorprendente sul loro numero, inoltre.

Ogni secondo vengono inviate 2,559,214 mail.

Il 67% vuol dire 1,714,673 mail spam ogni secondo.

Questo però non mi stupisce.

Il web ultimamente si riempie sempre più di sistemi di guadagno veloci che includono truffe.

I bottoni magici.

Le mail “ottimizzate per vendere” e altre cose come queste.

Cose che poi finiscono nella sezione spam, perché dove vuoi che finisca un messaggio che dice:

“attenzione: ecco le tue commissioni”, o i classici:

“la tua eredità?”.

Insomma, quei messaggi sgrammaticati che ogni tanto ci divertiamo tutti a leggere nella casella spam.

Allora si va di Social Media

Neanche i social media sono più una novità.

Considerando Youtube e Pinterest social media, cosa che in realtà non sono, andiamo a controllare anche questi dati.

68 mila video visti ogni secondo.

7 mila tweets inviati, sempre ogni secondo.

1,8 miliardi di utenti attivi su Facebook.

187 milioni di utenti su Pinterest.

E così via.

Insomma, i marketers non sono stupidi, e cercano di portare in vetta i siti web che esattamente come vorresti fare tu.

Per cui la questione non è più cercare la novità dove prima c’era, ma innovare nel proprio piccolo, utilizzando se stessi come gemma preziosa.

Se ci pensi bene…

Qual è l’elemento distintivo del tuo Sito Web?

Sei tu.

Prendiamo ad esempio questo sito.

Pensi davvero che non ci siano altri articoli sul Web che parlano di Siti Web e Guadagni Alternativi?

Ti assicuro che ci sono.

E allora cos’è che contraddistingue questo?

La qualità dei contenuti? Spero di sì, ma non sono io a deciderlo.

La quantità dei contenuti? Non penso, ci sono scrittori e blogger accaniti nella sfera di Internet.

Il traffico ricevuto? Ho scritto pochi articoi, è un po’ presto per dirlo.

E potrei continuare con una serie di negazioni. Fino a quando non porrò la domanda giusta a me stesso e al mio pubblico.

Chi sono io?

E’ questa la differenza in ogni blog e ogni progetto online.

Chi sono io?

E’ questa la domanda giusta da fare.

Perché è da lì che si diramano la struttura degli articoli, il metodo di comunicazione, e tutta la strategia dietro un Sito Web.

Perché, appunto, aprire un Sito Web non basta più.

Ma iniziare un progetto è possibile e lo sarà sempre, perché il Mondo Digitale è fatto per proporci opportunità, non per toglierle.

Come invece pensa qualcuno.

Però il Sito Web non basta più. Perché la domanda che devi porti non è “Ho un sito web?”.

Ma è “cos’è il sito web per me?”.

Se la tua risposta è “un mezzo di comunicazione”, sei sulla strada giusta. Almeno secondo me.

Parere di un “professionista del settore” che sta realizzando i suoi progetti davanti ai tuoi occhi.

Se la tua risposta è “voglio farci i soldoni”, allora ti consiglio di rivedere la tua strategia e renderla più personale.

Più concentrata sul valore dei tuoi contenuti, sulla loro individualità e su cosa li contraddistingue dal mercato.

Perché aprire un Sito Web non basta più.

Perché un numero in più a 3 miliardi di utenti sul web con 1 miliardo di siti diponibili da vedere non cambia niente.

Però, se crei il tuo pubblico di persone affezionate, stai veramente creando un progetto, e non una banale stringa di codice un po’ più lunga (che poi è il sito web).

Spero questo articolo ti sia stato utile per fare brainstorming insieme a me ed analizzare qualche statistica interessante.

 

Ci vediamo al prossimo!